Anteprima MacBook Pro 13” 2020

Dopo il MacBook Air, l’incredibile Ipad Pro e il nuovo (per così dire) Iphone SE non poteva mancare anche il nuovissimo MacBook Pro da 13 pollici edizione 2020. Premetto che anche in questo caso non si tratta di un nuovo MacBook Pro ma di un semplice “svecchiamento” con il quale hanno voluto portare questo notebook al passo con i tempi e al tempo stesso apportare qualche piccola miglioria per eliminare i difetti ormai troppo ben noti della versione 2019 anche se la strada è ancora molto lunga…

Anteprima nuovo MacBook Pro 13

Non sperate di trovare grandi novità in questa nuova versione MacBook Pro, non le avrete ma chi ha deciso lo scorso anno di attendere per acquistare il MacBook Pro 13 per via dei problemi della tastiera troverà una bella sorpresa.

Design MackBook Pro 13

Le dimensioni, il peso e l’aspetto sono sostanzialmente identiche al modello precedente e non ci si accorgerà della differenza se non aprendolo. Alto 1,56 cm, largo 30,41 cm e profondo 21,14 cm con un peso di 1,4 Kg. (rispetto a 1,29 kg del MacBook Air). Il Case è completamente in alluminio e disponibile nelle due colorazioni grigio siderale e argento.

MacBook Pro

Ad un lato del case 2 porte Thunderbolt 3 e nell’alto lato il Jack da 3,5 mm per cuffie; tutto qui, esattamente come il modello del 2019 nessuna altra uscita o connettore. Per avere la terza porta Thunderbolt si dovrà esattamente come per il modello precedente prendere la versione “corazzata” e spendere parecchi soldini in più. Lo schermo (esattamente come i modelli precedenti) si apre con una sola mano e l’inclinazione si può posizionare a piacimento. Fino ad ora quindi nulla di nuovo rispetto al modello precedente ma una volta aperto lo schermo si vedranno subito le due novità più importanti.

Finalmente nel macBookPro anche per la versione da 13 pollici è stata montata la tastiera con meccanismo a forbice perfezionato (per intenderci la stessa tastiera del MacBook Pro 16 del 2019). Finalmente sembra che Apple sia uscita dall’incubo delle tastiere con meccanismo a farfalla. Non solo, Apple ha rimesso il tasto ESC fisico

ricordo che nel macbook Pro del 2019 il tasto ESC era virtuale ed integrato nella Touch Bar e questo può causare seccature in caso di crash dei servizi che gestiscono la Touch Bar. Sembra quindi che Apple abbia finalmente (almeno per quanto riguarda la tastiera) preso in considerazione le tante lamentele degli scorsi anni. Anche in questo modello è presente il touch ID, un sensore di impronte digitali posto in alto a destra che permette di sbloccare il dispositivo aumentandone la sicurezza.

Anteprima MacBook Pro 13'' 2020 2

Il display Led Retina da 2560×1600 rimane pressochè invariato; un gran bel display che funziona molto bene. Invariati anche gli autoparlanti che comunque suonano molto bene e supportano Dolby Atmos.

Per quanto riguarda i processori si parte con un Intel Core i5 quad‑core di ottava generazione a 1,4GHz per il modello base per poi passare ad un i7 sempre di ottava generazione o, per i più facoltosi ad un Intel Core i5 quad‑core di decima generazione a 2,0GHz. Nessun grande cambiamento dunque; mi sarei aspettato processori di decima generazione per tutti i modelli.

Ovviamente non è presente una scheda grafica dedicata ma troverete una Intel Iris Plus Graphics che comunque vi permetterà buone prestazioni video e giocabilità a giochi non eccessivamente pesanti. Ovviamente non avrete problemi a gestire video in 4K anche alzando i fps fino a 60 frame per secondo.

Buona la memoria; si parte da 8 GB di RAM LPDDR3 a 2133MHz espandibili a 16 mentre per i modelli Intel Core i5 quad‑core 16GB di memoria LPDDR4X a 3733MHz espandibili a 32 GB.

Finalmente anche per il MacBook Pro da 13 pollici la capienza base del disco SSD è stata portata a 256GB (rispetto ai 128GB del modello del 2019) estendibili. 256GB sono ancora pochi ma è un piccolo passo avanti. Anche in questo modello è presente il chip T2 Security per la crittografia dei dati in tempo reale.

Nulla di cambiato per la batteria; abbiamo una batteria integrata ai polimeri di litio da 58,2 wattora che rende circa 10 ore di utilizzo non particolarmente intenso. L’alimentatore USB‑C è da 61W.

Nulla di nuovo per quanto riguarda le integrazioni con l’iOS che sono sempre a dir poco perfette.

Anteprima MacBook Pro 13'' 2020 3

Ad esempio grazie alla funzione sidecar potrete avere un secondo schermo senza la necessità di utilizzare nessun cavo; questa funzionalità la ritengo assolutamente eccezionale.

Prezzo

Più o meno i prezzi del MacBook Pro del 2019. Si parte da 1529 euro per il quad-core i5 a 1,4GHz con 256 GB e con 250 euro in più si espande la SSD a 512GB.

il modello MacBook Pro i5 quad‑core di decima generazione, con quattro porte Thunderbolt, 16GB di RAM costa ben 2229 euro per la versione da 512GB e 2479 euro per la versione da 1TB.

Considerazioni

Rispetto al modello del 2019, dunque, per la versione base con processore i5 a 1,4GHz di ottava generazione gli unici cambiamenti sono :

  • Tastiera (meccanismo a forbice e tasto ESC fisico)
  • disco SSD da 256GB anzichè 128GB

Sicuramente troppo poco per poter invogliare un possessore di un MacBook Pro 13 pollici del 2019 a comprare questo nuovo notebook. resta il fatto che il MacBook Pro 13 è un vero e proprio gioiello con i suoi difetti ben noti (ad esempio la SSD saldata o le sole 2 porte USB-C o anche la ventolina che quando parte si sente non poco) ma anche con tanti pregi e tanta potenza che lo rendono unico nel suo genere. Siamo molto lontani dalle prestazioni del macbook pro da 16 pollici (anche per l’assenza di una scheda video dedicata) ma nell’uso quotidiano non ci sarà nessuna applicazione che darà filo da torcere a questo bolide targato Apple.

Peccato che si continui a vendere il modello base con sole due porte Thunderbolt e per di più troppo vicine tra loro; assolutamente una grossa pecca per un computer da oltre 1500 euro.

Trovate tutte le specifiche del MacBook Pro nella pagina Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.