Come funziona il Cashback

In questi ultimi giorni ne hai sentito molto parlare ma non hai ancora capito come funziona il Cashback? In realtà è una procedura messa in fretta e in furia dal Governo per cui risulta essere piuttosto complicata sia da capire che da attivare. Molte persone, non capendo come funziona il cashback si sono arrese ed hanno rinunciato ai benefici che comporta. Tu non fare lo stesso errore! Prenditi 5 minuti di tempo e leggi questa guida; ti assicura che alla fine della lettura saprai perfettamente Cosa è il cashback di stato e come poterlo utilizzare.

Cosa è il Cashback

Prima di vedere come funziona il Cashback è necessario capire cosa è il Cashback. Diciamo che la traduzione in Italiano rende l’idea… “avere soldi indietro”. Il Cashback è un sistema ideato dallo Stato Italiano nel 2020 per combattere l’evasione fiscale cercando di incentivare l’utilizzo di pagamenti elettronici e quindi tracciare tutte le transazioni. Il cashback rientra quindi nel cosidetto Piano Italia cashless, un grande progetto atto a disincentivare l’uso dei soldi contanti.

Il cashback di stato prevede un rimborso del 10% (con tetto massimo di rimborso di 150 euro per ogni cashback) di tutte le spese effettuate con sistemi di pagamento elettronici (carte di credito, debito ed altri sistemi di pagamento elettronici) nei negozi fisici. Sono previsti diversi periodi per il cashback di stato, come vedremo meglio in seguito e gli importi resi sono completamente esenti da tasse.

Come funziona il Cashback

Per negozi fisici si deve intendere negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione ma anche artigiani e professionisti; sono esclusi gli acquisti online (ad esempio Amazon), prelievi da sportelli e doppio acquisto nello stesso negozio lo stesso giorno. Sono esclusi dal cashback di stato gli acquisti per ambiti professionali.

Il Cashback di stato è riservato ai cittadini Italiani maggiorenni e residenti in Italia.

Come funziona il Cashback

Ora che sai cosa è il Cashback vediamo come funziona il Cashback. Diciamo innanzi tutto che al momento sono pianificate 4 fasi ciascuna delle quali da diritto ad un rimborso. La prima di queste fasi è stata chiamata Cashback di Natale.

Cashback di Natale

Cosa è il Cashback

La prima fase è già cominciata ed è stata denominata Cashback di Natale; questa fase va dall’8 di Dicembre fino al 31 di Dicembre. In questo periodo viene rimborsato il 10% delle spese effettuate con carte di credito, debito ed altri sistemi di pagamento elettronici nei negozi fisici a condizione che vengano effettuati almeno 10 acquisti durante il periodo. Non importa l’importo degli acquisti; ciò che conta per aver diritto al Cashback di Natale è che siano almeno 10. Durante il Cashback di Natale per ogni spesa effettuata con carte di credito e debito registrati per il servizio verrà accreditato il 10% fino ad un massimo di 15 euro per ogni acquisto; l’importo massimo del Cashback di Natale è di 150 euro. L’intero importo del Cashback di Natale verrà accreditato sul conto corrente scelto durante il mese di Febbraio 2021.

Cashback 2021

Le altre tre fasi sono semestrali e sono previste per l’anno 2021 e 2022 e precisamente:

  • dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021
  • dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021
  • dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022

Per ognuna di queste fasi si potrà ottenere il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti che verranno effettuati con carte ( e dal 2021 anche con altri sistemi di pagamento elettronici come ad esempio Apple Pay) nei negozi fisici. Anche in questo caso l’importo massimo del cashback di stato è di 150 euro per ciascun semestre (quindi 300 euro l’anno). Per aver diritto al cashback di stato sono necessari almeno 50 acquisti per periodo.

I rimborsi del cashback di stato saranno erogati sul conto corrente scelto in fase di registrazione entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo.

 Super Cashback

Oltre a tutto questo è previsto anche un premio speciale chiamato  Super Cashback di ben 1.500 euro che andrà nelle tasche delle prime 100.000 persone che hanno effettuato un maggior numero di acquisti validi per il cashback. Quindi per assegnare il Super Cashback verrà redatta una sorta di classifica in base al numero di transazioni (non importa assolutamente l’importo di ciascuna transazione).

Il  Super Cashback verrà assegnato al termine di ogni periodo e quindi di ogni semestre.

Come attivare il Cashback

Cashback di Natale

Bene, ora sai cosa è il Cashback e soprattutto come funziona il Cashback e quali sono i periodi. Sono sicuro che hai le idee più chiare; ora non resta che vedere come poter attivare il Cashback.

Per attivare il Cashback avrai due diverse possibilità:

  • Utilizzare l’app  ufficiale IO ma per eseguire il login è richiesto lo SPID; questa è la procedura più complessa ma è valida per tutti gli Istituti bancari
  • Attivare il cashback di stato direttamente dall’app dell’istituto di credito abilitato. In questo caso non sarà richiesto lo SPID e la procedura è semplicissima ma sono pochi gli istituti che permettono questa soluzione

Abilitare Cashback senza SPID

La soluzione più semplice, come ti dicevo, è cashback senza spid. Alcune banche permettono infatti di aderire al cashback senza spid direttamente dalla loro applicazione. Ad oggi se utilizzi uno dei seguenti servizi:

  • Poste Italiane (BancoPosta e Postepay)
  • American Express
  • BancomatPay
  • Credem
  • Flowe
  • Hype ed Sella
  • Nexi Pay (da Gennaio 2021)
  • Satispay (da Gennaio 2021)
  • carta di credito virtuale Yap

potrai abilitare il cashback senza spid direttamente dalla loro app. Ad esempio, se utilizzi conti correnti di Poste Italiane potrai attivare cashback senza spid direttamente dall’app bancoposta in pochi secondi.

Abilitare Cashback da IO

Se devi attivare il Cashback per delle carte di credito o debito di un Istituto Bancario che non permette di abilitare Cashback senza SPID allora dovrai per prima cosa richiedere ed attivare lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale); si tratta di  uno strumento gratuito che permette a privati ed aziende di accedere a tutti i servizi digitali della Pubblica Amministrazione con un unico strumento digitale. Potrai richiedere lo SPID a vari enti; io ti consiglio di richiedere lo SPID alle Poste o attivare lo SPID di Aruba.

Una volta in possesso dello SPID il passo successivo è installare sul tuo smartphone l’app IO (disponibile per Android ed iOS) per intenderci l’app che era giò stata utilizzata in passato per il Bonus Vacanze o per effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione. Una volta installata IO dovrai accedervi con il tuo SPID e sarai finalmente pronto per attivare il Cashback di Stato.

Per attivare il Cashback da IO dal menù in basso premi sul tasto con scritto Portafoglio e poi premi sulla scritta Cashback.

attivare il Cashback

Premi sul tasto Aggiungi un metodo di cashback e seleziona il tipo di carta di credito o debito che vorrai utilizzare per il cashback e poi segui le istruzioni a video; ripeti la procedura per inserire tutte le carte in tuo possesso e che vuoi utilizzare per il cashback di stato. Successivamente inserisci l’IBAN del conto corrente dove vuoi che venga accreditato il cashback.

Ora che sei riuscito ad attivare il Cashback e sai per filo e per segno come funziona il Cashback non ti resta che fare acquisti ma tieni presente che, una volta registrata una carta, dovrai attendere il giorno successivo per poter accumulare il cashback e che vedrai l’importo del cashback in ritardo rispetto alla transazione (entro 3 giorni lavorativi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.