La crisi dei microchip non perdona nessuno…

Continua a farsi sentire la grande crisi dei microchip che non perdona nessuno, Apple inclusa. Il problema è che le ditte produttrici non riescono a soddisfare la domanda di microchip che si è moltiplicata nel corso dell’ultimi anni e questo ha un impatto devastante nella produzione di hardware di qualsiasi tipo. La crisi dei microchip è iniziata con la pandemia Covid ed ha avuto fin da subito impatti visibili (basta pensare alla PlayStation 5 che anche oggi è ancora introvabile); il lock-down unito alla maggior domanda di microchip ha innescato un meccanismo tremendo che solo la creazione di nuovi stabilimenti di produzione potrà risolvere.

Anche Apple subirà questa crisi e ne risentiranno i nuovissimi iPhone 13 ed i nuovi Ipad che non saranno disponibili alla vendita per tutti e si stimano già da ora grandi ritardi negli approvvigionamenti. Apple è già pronta a tagliare la produzione dei nuovi iphone di oltre 5 milioni di pezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.