Recensione Dyson Pure Humidify+Cool

Oggi ho finalmente messo le mani sul purificatore Dyson Pure Humidify+Cool, l’ultimo arrivato di casa Dyson per la purificazione degli ambienti. Si tratta di un prodotto veramente interessante perché unisce alla normale ventilazione e purificazione anche l’umidificazione degli ambienti ed il tutto in maniera rigorosamente smart.

Recensione Dyson Pure Humidify+Cool

Unboxing e Design

Questo purificatore arriva in una scatola gigantesca nella quale troverai oltre al Dyson Pure Humidify+Cool anche una striminzita guida per il setup iniziale, il filtro che dovrai montare all’interno del purificatore, il cavo di alimentazione ed il telecomando.

L’installazione iniziale consiste nel rimuovere tutti gli adesivi di protezione, riempire la vaschetta d’acqua, posizionare il Dyson Pure Humidify+Cool in un punto strategico della casa ed eventualmente scaricare l’app sul telefonino e tramite questa collegare alla WiFi di casa il purificatore Dyson.

Il Dyson Pure Humidify è disponibile in due diverse colorazioni ossia la classica colorazione bianco con rifiniture in argento e la nuova colorazione nero con rifiniture color metallo. Esteticamente si tratta dell’ennesimo gioiello di design di casa Dyson che non può stonare in nessuna stanza.

Nella parte bassa del Dyson Pure Humidify+Cool è presente la sua caratteristica principale ossia una vasca di ben 5 litri che, riempita di acqua, permetterà di umidificare ogni ambiente portando la percentuale di umidità alla soglia ideale per una buona qualità dell’aria. Questo serbatoio è estraibile ed è dotato di una comoda maniglia per il trasporto; inoltre è dotato di un particolare sistema a luce ultravioletta che dovrebbe eliminare il 99,9% dei batteri presenti nell’acqua permettendo di immettere nell’aria solo umidità “pulita”.

A corredo del purificatore è presente un bel telecomando che si aggancia nella parte superiore del Dyson Pure Humidify+Cool tramite magnete.

Nella parte frontale è presente un piccolo display rotondo e due tasti, uno per l’accesione e l’altro per la pulizia. A differenza dei precedenti modelli di purificatori la parte superiore che eroga aria pulita non ruota ed è fissa ma il flusso d’aria può essere leggermente ruotato grazie alle movimento delle alette.

Il consumo è di circa 40/100 Watt a seconda della potenza e meno di 1Watt quando raggiunge il target di qualità d’aria; si tratta di un consumo relativamente basso che ti consente anche ti tenerlo acceso H24.

Prova Dyson Pure Humidify+Cool

La vera novità del Dyson Pure Humidify+Cool è la regolazione di umidità dell’aria; questa avviene grazie ad un evaporatore posto all’interno del dispositivo che grazie a dei fili d’argento dovrebbe eliminare tutti i batteri dall’acqua.

Recensione Dyson Pure Humidify+Cool 2

L’aria aspirata dal Dyson Pure Humidify+Cool invece viene filtrata da un filtro Hepa ed un filtro a carboni attivi. C’è molta tecnologia all’interno di questo purificatore Dyson e non mi voglio addentrare troppo; ti basterà sapere che, secondo il produttore, è in grado di eliminare il 99,95% degli inquinanti ultrasottili fino a 0,1 micron.

Il Dyson Pure Humidify+Cool ha ben 10 livelli di areazione; il getto dell’aria può avvenire frontalmente e, in questo caso, il Dyson può essere usato anche come ventilatore per raffrescare, o tramite diffusione laterale. In inverno sarebbe consigliato di utilizzare la diffusione laterale tuttavia ho notato che la purificazione è più efficace con la diffusione frontale, probabilmente perchè il Dyson in questa maniera è in grado di smuovere più aria. Questo è di fatto un difetto perchè per avere una purificazione potente quando serve (ad esempio quando cucini) dovrai necessariamente utilizzare il getto d’aria frontale.

Recensione Dyson Pure Humidify+Cool

D’estate il Dyson Pure Humidify+Cool può essere usato come un potente raffrescatore ossia un ventilatore che restituisce aria raffrescata grazie all’utilizzo dell’acqua.

E’ possibile impostare il funzionamento del Dyson Pure Humidify+Cool direttamente dal telecomando o tramite l’app Dyson Link che permette di effettuare da remoto tutte le operazioni sul Dyson Pure Humidify+Cool che faresti normalmente con il telecomando in dotazione e controllare lo stato dell’aria sia in casa che fuori casa (grazie alla geolocalizzazione).

L’app è molto semplice ed intuitiva ma non particolarmente completa; si può pianificare il funzionamento del Dyson Pure Humidify+Cool per ogni giorno della settimana scegliendo anche la funzione ma quello che manca è la possibilità di avviare il purificatore solo quando la qualità dell’aria è bassa.

Recensione Dyson Pure Humidify+Cool 3

Da app è possibile impostare il monitoraggio continuo dell’aria anche quando il purificatore è spento per avere giorno per giorno grafici sulla qualità dell’aria.

Tramite il piccolo display frontale del Dyson Pure Humidify+Cool puoi vedere tutte le informazioni dell’aria, temperatura ed umidità.

Ancora non c’è in Italia la skill per Alexa e neanche la compatibilità con iOS Home per cui, almeno per il momento niente Assistenti vocali e neanche IFTTT e questa è veramente una grande limitazione.

Dopo qualche ora di utilizzo si riesce già a percepire aria migliore; i cattivi odori della cucina vengono eliminati così come le particelle in sospensione. Se poi vivi in città come me allora ti basterà aprire la finestra di casa per notare come l’aria si “sporchi” immediatamente a riprova della qualità di questo purificatore e dell’alto inquinamento presente nelle città.

Pesa ben 5 Kg. e misura 80 x 30 x 30 cm quindi non è assolutamente piccolo.

La rumorosità è piuttosto elevata quando la velocità di aereazione è impostata al massimo (si superano i 50dB) e lo rende estremamente sgradevole; in modalità notturna invece la rumorosità è piuttosto accettabile.

La manutenzione è relativamente semplice; dovrai spolverare quotidianamente le griglie di aerazione ed eseguire un ciclo di pulizia profonda circa una volta al mese (a seconda della durezza dell’acqua) con acido citrico seguendo le istruzioni fornite da Dyson. Oltre a questo è richiesta la sostituzione del filtro HepaIl filtro ha una durata di circa 1 anno con utilizzo medio che scende fino a 6 mesi con utilizzo costante e costa circa 70 euro (ricambio originale Dyson) ma si trovano su Amazon filtri compatibili a meno di 40 euro.

Nel complesso si tratta di un ottimo purificatore ed umidificatore d’aria con tutta la tecnologia ed innovazione Dyson. Funziona bene e funziona ancora meglio se si posiziona al centro della stanza.

Non costa poco, poco meno di 700 euro, ma la qualità è veramente alta e quindi si tratta di un prodotto consigliato a chiunque voglia respirare aria pulita e confortevole in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Available for Amazon Prime