Recensione Fitbit Charge 4 – Fitness Tracker

Ebbene si lo ammetto, forse non sono la persona più indicata per scrivere la recensione Fitbit Charge 4 in maniera del tutto imparziale perchè utilizzo fitbit da molti anni ormai e sono pienamente immerso nella loro piattaforma; inoltre adoro il loro modo di lavorare e la loro politica sull’assistenza che è per me tra le migliori in assoluto.

Quando si acquista un fitness tracker (che sia un fitbit o un garmin poco importa) in realtà si entra in un vero e proprio ecosistema che difficilmente si riesce ad abbandonare, ecosistema composto da dispositivi intelligenti wearable e sopratutto una infrastruttura remota in grado di collezionare i dati rilevati; questo anche perchè tutti i dati registrati cambiando architettura verranno persi. Quindi ad esempio chi ha deciso di usare un garmin cambierà il suo fitness tracker con un nuovo garmin mentre chi usa fitbit comprerà un nuovo fitbit; difficilmente i clienti abbandonano una piattaforma.

Recensione Fitbit Charge 4

Il Fitbit Charge 4 è la quarta edizione della serie Charge ossia un Fitness Tracker di media fascia comodo e piccolo nato esclusivamente come fitness tracker ma con qualche piccola funzionalità tipica di una smartwatch. Anticipo fin dall’inizio di questa Recensione Fitbit Charge 4 che rispetto al modello precedente (ossia il Charge 3) la più grande novità è il sensore GPS integrato. I precedenti modelli del fitbit charge erano sprovvisti di sensore gps ma potevano egualmente svolgere tutte le funzioni di tracciamento della posizione sfruttando il sensore del telefono cellulare collegato in bluetouth.

Design Fitbit Charge 4

Cominciamo la Recensione Fitbit Charge 4 parlando del design e devo dire che esteticamente nulla è cambiato dal suo predecessore; molto semplice e minimale con cinturini intercambiabili e un piccolo schermo touch di tipo OLED monocromatico. E’ disponibile in quattro differenti variazioni di colore nero, bordeaux, nero con cinturino blu scuro ed infine nero con cinturino in tessuto color granito riflettente (versione più costosa rispetto alle precedenti). Inoltre su Amazon troverai tonnellate di cinturini compatibili esteticamente molto belli a prezzi irrisori.

Recensione Fitbit Charge 4 – Fitness Tracker

Nella confezione troverete due cinturini di taglie diverse (uno di taglia S ed uno di taglia L) ed il cavo per la ricarica.

E’ Bello esteticamente ? Molto difficile da dire, dipende veramente dai gusti personali. A me piace tantissimo per la sua linea longilinea molto semplice ed elegante che lo fa sembrare quasi un bracciale ma a molte persone può non piacere perchè troppo plasticolo e minimale.

Caratteristiche tecniche

Esattamente come il modello precedente questo tracker è resistente all’acqua fino a 50 metri e può quindi essere indossato quando sei sotto la doccia o anche quando esegui attività sportive in acqua; tuttavia essendo i cinturini in plastica è consigliato di toglierlo dal polso per qualche secondo per evitare irritazioni.

L’Accelerometro è a 3 assi ed è assolutamente identico al modello precedente. Il contapassi soffre dei stessi difetti delle versioni precedenti, “regalando” spesso passi non effettuati.

Il rilevamento del battito cardiaco è continuo con sensore ottico e permette di registrare le calorie bruciate in modo più preciso; anche qui nulla di cambiato rispetto al charge 3 dalla prova i valori del fitbit charge 4 non si discostano tanto da cardiofrequenzimetri più professionali.

Il monitoraggio del sonno è rimasto del tutto invariato rispetto al charge 3, poco male perché funziona benissimo ed è abbastanza affidabile nel rilevare le diverse fasi del sonno.

La batteria (a polimeri di litio ) dei tracker fitbit mi ha lasciato sempre molto perplesso e non mi sento di condividere gli apprezzamenti che si leggono in rete; con uno schermo OLED monocromatico ci si aspetterebbero grandi prestazioni della batteria ma in realtà non è così. La durata della batteria del fitbit charge 4 con un utilizzo medio viene dichiarata di 7 giorni ma in realtà non andrete oltre i 5 giorni se utilizzate frequentemente la sincronizzazione. Inoltre queste batterie degenerano molto facilmente e già dopo un anno non arriverete oltre l’80% della durata iniziale. Se si attiva il gps la durata della batteria poi non supera le 5 ore. E’ cambiato ancora una volta il cavo di ricarica, nota positiva, e la ricarica completa impiega meno di 2 ore.

Per quanto riguarda il GPS, i dati rilevati vengono poi trasferiti alla app di fitbit che vi permetterà di consultare i risultati sul vostro smartphone o direttamente via web.

Recensione Fitbit Charge 4 – Fitness Tracker 2

Le funzioni sono le stesse del fitbit Charge 3 con qualche piccola novità. Come dicevo all’inizio è stato integrato un gps, è stata inserita la possibilità di controllare la musica in risproduzione sullo smartphone via bluetouth ma solo per il servizio spotify ed è stata sbloccata la funzionalità Fitbit Pay (tramite Chip NFC) che nel fitbit Charge 3 era disponibile solo per lo “special edition”.

 fitbit charge 4

Oltre a questo nel Fitbit Charge 4 non troverete niente di più rispetto al suo predecessore se non qualche minima miglioria come ad esempio la mappa d’intensità allenamento o il calcolo minuti in zona attiva.

La configurazione del dispositivo si effettua esclusivamente dal cellulare tramite app dedicata; si possono configurare diversi tipi di quadrante (nulla di impressionante ma comunque funzionali) e si possono impostare delle animazioni che scatteranno al raggiungimento degli obiettivi.

Lo schermo è navigabile trascinando il dito in orizzontale e permette di consultare le informazioni più importanti (ad esempio ora, data, passi , battito cardiaco, calorie bruciate, cronografo etc.). Lo schermo si attiva con il movimento del polso o semplicemente sbattendoci il dito sopra.

E’ richiesta la sincronizzazione bluetouth con il cellulare per trasferire le informazioni rilevate dal dispositivo al proprio account fitbit; questa sincronizzazione, se non effettuata giornalmente risulta essere eccessivamente lenta. Se non viene effettuata questa operazione per un lungo periodo il rischio è che si generi un errore durante la sincronizzazione (una sorta di timeout) e sarà necessario disistallare e reinstallare il dispositivo sul proprio account fitbit.

Ottima la sceglia con vibrazione che ti permetterà di svegliarti senza disturbare le persone che dormono al tuo fianco.

Ha alcune funzionalità tipiche degli smartwatch ma sono veramente molto elementari ed io non le considero di certo un valore aggiunto; manda notifiche alla ricezione di un sms (ma non di un messaggio whatsapp) con una piccola anteprima del messaggio e vi avvisa delle telefonate in arrivo mostrando il numero di telefono e vibrando; inoltre gestisce i calendari google e Apple inviando notifiche per gli appuntamenti.

Prova fitbit charge 4

Come ho scritto all’inizio di questa recensione Fitbit Charge 4, chi acquista un fitbit non acquista un dispositivo tracker e basta ma entra in un ecosistema che, una volta cominciato ad utilizzare, verrà difficilmente abbandonato. Questo ecosistema è composto prima di tutto dall’app disponibile per lo smartphone (o anche via web) dalla quale si imposteranno gli obiettivi e si registreranno i progressi ottenuti. E’ un applicazione a 360 gradi nella quale si registreranno anche il peso corporeo, la massa muscolare e gli alimenti mangiati (anche l’acqua bevuta) giorno per giorno e la qualità del sonno; questi dati saranno sempre a tua disposizione fornendoti grafici molto significativi e utili da consultare. Questo è il vero valore di un dispositivo fitbit, tutto ciò che è “dietro il dispositivo” e non dentro.

Prova fitbit charge 4

Fatta questa premessa, la prova fitbit charge 4 non poteva che essere positiva tenendo a mente i limiti di questo dispositivo che ripeto non è e non vuole essere uno smartwatch ma semplicemente un fitness tracker. Rispetto al modello precedente non ci sono cambiamenti rilevanti (se non per il gps che comunque non è assolutamente pratico vista la poca autonomia della batteria); il tracker funziona abbastanza bene come funzionava bene anche la versione precedente.

I grandi difetti del fitbit charge 3 non sono stati assolutamente corretti e sono dunque presenti anche in questa versione (parlo della scarsa qualità dei cinturini e della durata della batteria).

Ricordo che le prime versioni del charge avevano cinturini non intercambiabili e dopo qualche mese si scollava la plastica nulla di grave ma si formavano delle bolle nel cinturino abbastanza brutte da vedere. Il servizio clienti di fitbit di fronte a questo problema è sempre intervenuto inviando un nuovo dispositivo fitbit a chiunque avesse riscontrato questo problema. Questo è il vero valore aggiunto di questo brand; come ho anticipato all’ inizio di questa recensione Fitbit Charge 4, il supporto fitbit è strepitoso e vi aiuterà di fronte ad ogni piccolo malfunzionamento. Poche aziende prestano attenzione alla soddisfazione del cliente come avviene con fitbit e questo è il motivo per cui io al polso ho ancora fitbit e non un’altra marca.

Il touch dello schermo funziona bene ed è sensibile al punto giusto ma, lo devo ammettere, mi sarei aspettato per questa versione uno schermo a colori.

Fitbit Charge 4 rimane quindi un fitness tracker puro, anche se è stata aggiunta qualche funzionalità tipica degli smartwatch a mio avviso assolutamente inutile. Cara Fitbit ma veramente credete che la gente ascolti ancora la musica in streaming solo con Spotify? Vi siete accorti che esistono dozzine di altri servizi di streaming musicale?

Prezzo Fitbit Charge 4

Il fitness tracker fitbit charge 4 si trova su Amazon al prezzo di 149,95 euro; sul sito fitbit invece a 149,99 euro il modello base e 169,99 il modello con il cinturino in tessuto. Il prezzo è assolutamente in linea con i prezzi dei modelli precedenti al momento della loro uscita. Ritengo sia un prezzo buono per un prodotto che nella sua semplicità ha molto da offrire.

Giudizio Fitbit Charge 4

Veniamo alla conclusione di questa Recensione Fitbit Charge 4. la domanda è … vale la pena se si ha un charge 3 passare ad un charge 4 ? Io penso proprio di no, nonostante sia senza dubbio un ottimo prodotto. La vera novità di questo Fitbit Charge 4 è il gps integrato ma vi consumerà subito la batteria per cui lo ritengo del tutto inutile. A mio avviso è più intelligente sfruttare il gps del cellulare connesso. Sarei passato al 4 se avessero integrato un assistente vocale (ad esempio Alexa) o avessero cambiato lo schermo.

Se non hai ancora un fitbit charge allora il discorso cambia ma sarei più tentato a dirti di comprare il fitbit charge 3 a 99 euro in offerta su Amazon rispetto allo spendere 149,95 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.