Recensione WD My Cloud Home

Oggi ti parlo del NAS WD My Cloud Home, un prodotto che mi ha sorpreso particolarmente e che ho cominciato fin da subito ad utilizzare e mi ha semplificato notevolmente la vita; con questa recensione WD My Cloud Home ti spiegherò le principali caratteristiche del prodotto e ti cercherò di far capire perché non si tratta di un vero e proprio NAS quanto piuttosto di un prodotto per il clouding appositamente studiato per essere semplice da utilizzare ed al tempo stesso estremamente affidabile.

Recensione WD My Cloud Home

Il NAS WD My Cloud Home è un NAS disponibile sia in versione con un singolo disco (da diverse capacità) sia in versione con 2 dischi (utilizzabili in RAID 0 o RAID 1). Per questa recensione ho provato il NAS WD My Cloud Home in versione singolo disco da 8TB ma le funzionalità sono le stesse che troverai anche nelle altre versioni.

Unboxing WD My Cloud Home

La confezione del NAS WD My Cloud Home è molto minale. al suo interno, oltre al NAS è presente un cavo Ethernet per il collegamento al router, il cavetto di alimentazione e un piccolo opuscolo contenente un codice da utilizzare per la configurazione iniziale del NAS.

Esteticamente il NAS WD My Cloud Home è moderno ed elegante, con linee squadrate e un bel led frontale che ne esalta le forme. Sul retro c’è una porta USB destinata ad eseguire backup da dispositivi USB al NAS e la porta Ethernet, nessun pulsante di accensione, molto minimale.

recensione WD My Cloud Home

La porta USB, lo spiegherò meglio dopo, non serve per estendere la capacità del NAS ma solo per eseguire backup di dispositivi USB.

Prova WD My Cloud Home

Passiamo ora alla recensione WD My Cloud Home e cominciamo dall’installazione iniziale che è molto semplice e si può eseguire direttamente da un qualsiasi smartphone tramite l’app (disponibile per Android ed iOS); verrà in pratica rilevato il NAS all’interno della tua rete WIFi e registrato sulla piattaforma WD My Cloud Home; dovrai quindi fornire un indirizzo email e scegliere una password che utilizzerai in seguito quando vuoi collegare un nuovo dispositivo al NAS. L’installazione non richiede più di 5 minuti, anche perché non ti dovrai stare a preoccupare di creare volumi, utenze e via dicendo. Una volta terminata l’installazione il NAS è già operativo e lo puoi utilizzare fin da subito.

Come ti avevo anticipato ad inizio recensione WD My Cloud Home il vero punto di forza di questo NAS è la semplicità d’utilizzo che lo rendono perfetto sia per utenti non proprio esperti sia per professionisti del settore che non vogliono perdere troppo tempo nella gestione del NAS; la semplicità d’uso che per molti è un vantaggio enorme tuttavia per alcuni utenti più esigenti potrebbe diventare un grande problema perché questo NAS presenta molte limitazioni a cominciare dalla gestione delle utenze e delle quote (completamente assente).

I dati all’interno del disco sono criptati per cui in caso di guasto non sarà possibile recuperarli quindi il consiglio è di eseguire periodicamente un backup di questo NAS.

Non si tratta di un dispositivo dalle grandi prestazioni, ha un disco meccanico, non ha WiFi ma si connette al router di casa solo tramite la porta Ethernet Gigabit, inoltre non ha porte per espanderne la capacità; non brilla quindi per gli aspetti tecnici e per di più scalda parecchio avendo il case interamente realizzato in materiale plastico. Ma la comodità e praticità di WD My Cloud Home è unica, il poter creare un servizio di clouding personale affidabile in pochi secondi è veramente il valore aggiunto.

NAS WD My Cloud Home

Ti dicevo che le prestazioni non sono poi così brillanti ma in compenso la velocità di trasmissione all’interno della rete Wifi è molto costante, senza troppi sbalzi. Da remoto pure si comporta molto bene; ho provato a fare qualche streaming video da remoto su smartphone e non ho avuto particolari problemi.

Il NAS come ti dicevo esteticamente è molto moderno e potrebbe tranquillamente esser collocato in qualsiasi stanza di casa se non fosse che il NAS, avendo un disco meccanico, spesso “gratta” il disco e risulta essere leggermente rumoroso quando è in funzione.

Non esiste nessuna funzione di standby per cui il NAS è sempre acceso anche quando non utilizzato ed il disco è sempre in rotazione; non esiste neanche il tasto di accensione e ciononostante i consumi energetici non sono poi così malvagi, soprattutto nella versione con un solo disco. Del resto, trattandosi di un dispositivo nato per creare un cloud è destinato a rimanere sempre acceso.

Andiamo avanti con la recensione WD My Cloud Home e vediamo come poterci collegare al NAS. Che tu sia all’interno della rete WiFi di casa o che tu ti stia connettendo da remoto il funzionamento è esattamente lo stesso.

Da PC e Mac ti puoi connettere al NAS WD My Cloud Home tramite un client che di fatto lo visualizzerà come un normale disco. Il client permette poi di svolgere altre interessanti funzioni come la condivisione di file e backup ma di questo parleremo a fine recensione WD My Cloud Home. va detto che il client non è assolutamente limitante perchè vedrai il NAS esattamente come un normale disco.

Da smartphone puoi utilizzare l’app WD My Cloud Home che perfette di vedere tutto il contenuto del NAS ed esegue in automatico il backup delle foto; questa funzionalità ti assicura di non perdere mai uno scatto, neanche se si rompe o ti rubano il telefonino. l’app inoltre permette anche da remoto di eseguire streaming video per cui ovunque tu ti trovi potrai vedere in tutta comodità i tuoi video contenuti nel NAS (anche se non ci sono poi tanti codec supportati).

Recensione WD My Cloud Home 2

L’app è veramente ben fatta, semplice da utilizzare ed affidabile sia su iOS che su Android. Permette di navigare all’interno delle cartelle del NAS e cataloga le foto presenti nel NAS.

Infine puoi connetterti al NAS tramite un qualsiasi browser collegandoti alla pagina del servizio ed eseguendo il login con le tue credenziali.

Ti devi immaginare questo NAS come fosse un servizio di clouding tipo dropbox o iCloud ma con prestazioni migliori (soprattutto quando sei in locale, con più funzionalità ed uno spazio enorme per ospitare i tuoi dati.

In qualsiasi momento, da qualsiasi dispositivo puoi creare una condivisione ad uno o più file. Verrà così generato un link che potrai inviare a chiunque dal quale si potrà accedere il solo lettura al file che vuoi condividere; questa funzione è veramente comoda e ti permette di trasmettere file anche di dimensioni notevoli.

Puoi creare più utenti al NAS ma nessun tipo di utenza ti permetterà di vedere il contenuto di altre utenze ne puoi gestire le quote; questa è una caratteristica ottima per la privacy ma potrebbe creare delle difficoltà nella gestione del NAS. Poter assegnare più utenze al NAS ed essere sicuri che ognuna non possa vedere i dati dell’altra rende possibile la condivisione del NAS in più persone; ad esempio potrebbe essere condiviso tra condomini di un piccolo palazzo.

Oltre al backup delle foto automatico da app, puoi su PC o mac creare degli snapshot per file e cartelle; si tratta di backup in tempo reale, troverai la funzione nel normale menù a scomparsa di windows che si apre quando premi con il tasto destro del mouse sopra un file o una cartella.

Molto utile e pratica la funzione di backup di dispositivi USB; in pratica puoi effettuare al volo backup di pendrive semplicemente collegandole alla porta USB del NAS; riceverai sullo smartphone una notifica quando il backup è terminato, veramente comodo e pratico.

Recensione WD My Cloud Home 3

E’ arrivato il momento in questa recensione WD My Cloud Home d elencare gli aspetti negativi. Come ti dicevo, questo NAS è atipico e presenta alcune caratteristiche peculiari che per molti possono essere delle vere e proprie limitazioni. Tanto per cominciare la versione da due dischi puoi fare il mirror ma di certo non puoi fare un RAID 5, con la versione ad un disco solo ovviamente non avrai nessuna ridondanza di dati. Inoltre, per qualcuno potrebbe essere frustrante il fatto di non potersi connetterti al NAS tramite IP, non presenta molti servizi (comunque c’è Plex e la possibilità di utilizzarlo tramite Time Machine).

Conclusioni WD My Cloud Home

Sono rimasto veramente stupito dal WD My Cloud Home ed ora non ne posso più fare ameno; ho letteralmente sostituito 2 NAS molto più professionali con questo dispositivo e ne ho guadagnato in salute! Mi è bastata una configurazione iniziale di circa 10 minuti e da quel momento non ho più dovuto smanettare sul dispositivo. Questo è il grande, anzi l’enorme vantaggio di questo NAS che in sostanza di NAS ha ben poco; un dispositivo semplice da usare,sempre pronto quando ne hai bisogno che ti accompagnerà ovunque tu sia e che farà in modo che tu abbia sempre a disposizione tutti i tuoi documenti su smartphone, tablet e PC.

Se hai poco tempo da perdere e tanti documenti da archiviare questo dispositivo è perfetto!

Concludo questa recensione WD My Cloud Home con la tabella dei prezzi relativa alle diverse configurazioni :

DischiCapacitàPrezzo (euro)
12TB153,13
13TB163,38
14TB163,80
16TB213,90
18TB237,84
24TB239,00
26TB297,71
28TB383,00
212TB490,24
216TB649,01
220TB748,99

I prezzi sono relativi al momento della pubblicazione di questo articolo; i tagli interessanti considerato il prezzo sono, la versione con il singolo disco da 8TB o la versione con due dischi da 12TB. La versione che ho provato io da un disco da 8TB costa 237 euro circa e ritengo sia perfetta per ospitare tutti i documenti, foto e video di una o più famiglie.

Se si guardano i prezzi per i servizi Cloud di grandi dimensioni allora ci si renderà conto che il prezzo di questo NAS viene ripagato in pochissimo tempo. Ad esempio, iCloud drive costa ben 9,99 euro per 2TB;acquistando un WD My Cloud Home da 2TB ti sei ripagato della spesa in poco più di un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Available for Amazon Prime