Sonos One

recensione smart speaker Sonos One

Era il 2010 quando comprai il mio primo Sonos. Sono passati ben 10 anni ma ricordo che dopo averlo installato a casa ero così entusiasto che a distanza di qualche settimana ne avevo già montati 5 dentro il mio appartamento. La qualità audio era eccellente e permetteva di fare cose che nessun altro dispositivo permetteva. Sonos era a quel tempo anni luce di distanza da tutti gli altri produttori; con una tecnologia incredibile ed innovativa che permetteva di sentire ed aveva creato il primo impianto audio smart. Sono passati anni e nel frattempo gli altri brand sono migliorati e il divario tecnologico tra sonos ed i concorrenti è sparito. Ma non è sparita sicuramente la qualità con cui questo brand progetta e realizza i suoi prodotti. Ecco perchè sono felice oggi di parlarvi di Sonos One, l’ultimo arrivato di casa Sonos che introduce un importante novità, la piena integrazione con l’assistente vocale Alexa e Google Home.

Caratteristiche Sonos One

Sonos one è uno smart speaker mono che con 2 amplificatori digitali di classe D, un tweeter ed un solo mid-woofer vi riempirà la stanza di un suono profondo e pulito, tipico dei dispositivi Sonos. A bordo monta ben 6 microfoni per il riconoscimento vocale. E’ uno speaker compatto e neanche tanto pesante (attorno a 1,8 kg.). Disponibile in due diverse colorazioni (nero o bianco) è esteticamente molto bello perchè discreto ed elegante nel complesso.

Si connette alla normale rete Wifi solo a 2,4 GHz ed grazie al Bluetooth potrete collegarlo ad una fonte audio compatibile (ad esempio il vostro telefonino).

Il Sonos One (esattamente come il Sonos Play) è resistente all’umidità. Intendiamoci non è resistente all’acqua e neanche agli schizzi d’acqua ovviamente ma non teme neanche l’umidità più ostinata rendendo possibile poterlo posizionare, ad esempio, in un bagno.

Sonos One pannello

Nella parte superiore dello speaker è presente un pannello touch dal quale con un semplice sfioramento potrete eseguire le operazioni più comuni (alzare ed abbassare il volume, mettere in pausa, cambiare brano). Un led centrale indicherà che l’assistente vocale è attivo.

La presa per l’alimentazione è collocata sotto il dispositivo e dietro è presente una presa per la connessione ethernet.

Costa 229 euro solamente 50 euro di più rispetto al Sonos Play 1; il prezzo piò sembrare alto se confrontato con i smart speaker commerciali della famiglia Amazon o Google Home ma è assolutamente in linea con i prezzi e gli standard del brand Sonos.

Riconoscimento Vocale

Come ti avevo anticipato l’importante novità è il riconoscimento vocale. Grazie ai 6 microfoni a bordo il Sonos One comprende perfettamente i tuoi comandi e ti permette di poterlo gestire con semplici ma precisi comandi vocali. Potrai, dunque, con la voce cambiare brano, impostare una particolare playlist o album e regolare il volume.

Il riconoscimento vocale è ottimo grazie ai sei microfoni e funziona perfettamente anche quando stai ascoltando la musica ad alto volume. Inoltre una particolare tecnologia chiamata “smart voice capture” permetterà una migliore ricezione dei comandi impartiti.

Tutto quello che puoi fare tramite comandi vocali lo puoi fare anche dall’app sonos che, anzi, sarà necessaria per impostare alcune configurazioni avanzate.

Assistente Vocale Alexa e Google Home

Ma la vera novità è che potrai estendere il riconoscimento vocale dello speaker sonos integrandolo con l’assistente vocale Alexa o Google Home. Basterà decidere quale assistente vocale voler utilizzare per estendere le potenzialità del sonos one e renderlo quasi simile ad un echo o un dispositivo google home. Quasi perchè alcune funzionalità Alexa o Google Home non saranno supportate (almeno all’inizio).

Potrai quindi utilizzare servizi di streaming audio (Spotify, Amazon music etc.) , radio, chiedere di leggere il notiziario, impostare timer e sveglie, gestire la lista della spesa Alexa e controllare i dispositivi smart presenti all’interno di casa tua (prese smart, lampadine etc.).

Sonos è da sempre stata attenta ai servizi streaming audio ed ora con il Sonos One offre la possibilità di ascoltare più di 50 servizi di streaming audio. Tra i servizi disponibili c’è anche la versione gratuita di Spotify e TuneIn.

Come i Sonos precedenti sarà inoltre possibile ascoltare musica in streaming memorizzata su un vostro computer o sul vostro NAS.

Potrete poi ascoltare la musica presente sul vostro dispositivo Android ed iOS (per questo è disponibile Apple AirPlay 2 ). La tecnologia Air Play vi permetterà inoltre di collegarlo alla Apple TV per utilizzare la qualità del suono di questo speaker anche per ascoltare i tuoi film preferiti.

Sonos One

Qualità del Suono

Come dicevo il suono del Sonos One è all’altezza del marchio che porta. Il suono è pulito e ricco di dettagli non estremamente potente ma comunque sufficiente per riempire di note il vostro salone.

Lo speaker è mono ma, come tutti gli speaker sonos, si può accoppiare con un altro dispositivo per creare una coppia di speaker stereo. Ed è in modalità stereo che Sonos One da il meglio di se. Provate ad accoppiarlo in stereo e mettere i due speaker ai lati di una stanza; il risultato sarà perfetto.

Sonos One

Giudizio Finale

E’ Sonos, che altro dire? L’audio è ottimo, non potentissimo ma pulito e ricco di “minuscoli suoni” che con un altro speaker non riuscirete a percepire. E’ smart grazie all’assistente vocale estremamente utile. Non può sostituire completamente un Amazon echo o un dispositivo della famiglia google ma si affianca in maniera egregia, aggiungendo all’intelligenza del vostro assistente vocale preferito una qualità del suono senza rivali.

Veramente un bel prodotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.